Il maltempo ha colpito le aree meridionali dell’Italia con le spiagge invase dal fango proprio alla vigilia di Ferragosto. Sono state colpite  mete molto gettonate in questo periodo dell’estate, dall’isola di Stromboli ad una delle perle della Calabria, Scilla.

Un’Italia, quindi., divisa in due, con forti nubifragi al Sud e persistere della siccità al Nord. Tra le zone più colpite dal maltempo c’è l’isola di Stromboli che è stata invasa da colate di fango dovute, secondo il sindaco Riccardo Gullo, alla mancanza di vegetazione che era stata distrutta dall’incendio avvenuto durante le riprese di una fiction. Ancora danni a Sorrento in seguito alle forti piogge di ieri sera. Nella stessa zona, nel Golfo di Policastro, si è abbattuta una tromba d’aria. Bomba d’acqua nel Reggino, con raffiche di vento. E’ a Scilla una imponente massa d’acqua è scesa dal costone che sovrasta la zona marina e ha invaso le strade trascinando nel fango auto e detriti. Nel sud della Sardegna il nubifragio che si è abbattuto ha distrutto serre e colture. Diverse aziende agricole del Parteolla e dell’hinterland di Cagliari, in particolare Assemini, hanno subito forti perdite. Anche nella giornata di oggi sono attesi temporali al Sud. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Sono previste precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, dapprima su Lazio, Abruzzo, poi in Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.