Durante il suo discorso a Solferino per i 160 anni della Croce Rossa, il presidente Sergio Mattarella ha espresso profonda preoccupazione per il recente incidente in cui un giovane lavoratore immigrato è morto dopo essere stato rifiutato soccorso e assistenza. Questo tragico evento, avvenuto tre giorni fa, evidenzia la presenza di pratiche di lavoro disumane e lo sfruttamento dei lavoratori più deboli e indifesi.

Mattarella ha sottolineato che tali episodi sono in netto contrasto con i valori di solidarietà e civiltà. Ha inoltre affermato che lo sfruttamento illegale del lavoro deve essere combattuto con rigore e fermezza ovunque si manifesti, e che è necessario eliminare completamente questo fenomeno, punendo severamente i responsabili. Il presidente ha infine ribadito l’importanza di non dare l’impressione che tali pratiche possano essere tollerate o ignorate.