Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha sottolineato le gravi conseguenze derivanti dall’erosione dei pilastri dello stato di diritto, in particolare quando viene compromessa l’indipendenza della giurisdizione o quando le nomine e le carriere dei magistrati sono influenzate politicamente. Queste osservazioni sono state fatte durante un incontro al Quirinale con una delegazione della Rete Europea dei Consigli di Giustizia (ENCJ). Mattarella ha evidenziato come recenti vicende in alcune democrazie occidentali dimostrino la serietà di tali minacce allo stato di diritto.