Sono stati apposti i sigilli al covo del boss Matteo Messina Denaro, a Campobello di Mazara, da parte dei carabinieri del Ros e dalla procura di Palermo. Insieme a Messina Denaro è finito in carcere anche il suo favoreggiatore, Giovanni Luppino.L’abitazione  dove risiedeva il boss della mafia è risultata intestata ad Andrea Bonafede, il geometra che avrebbe prestato la sua identità al padrino. Al momento non risulta che nell’immobile vi fossero documenti particolari tanto che gli inquirenti sospettano che possa esserci un secondo immobile in cui cercare il cosiddetto tesoro di Messina Denaro.  Il geometra risulta indagato per associazione mafiosa. Matteo Messina Denaro è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza al regime di 41 bis alle Costarella dell’Aquila. La cella in una delle sezioni del carcere dove si trova anche la terrorista Nadia Desdemona Lioce. Messina Denaro comincerà nelle prossime ore, all’interno del carcere, la chemioterapia in una stanza ad hoc.  Messina denaro ha iniziato la chemio il 4 maggio del 2021 ed è stato operato per le metastasi al fegato. Alfonso Tumbarello, 70 anni, il medico che aveva in cura Andrea Bonafede, alias Matteo Messina Denaro, è indagato nell’ambito dell’arresto del super latitante. Tumbarello sino a qualche mese fa è stato medico del vero Andrea Bonafede, 59 anni, residente a Campobello di Mazara e avrebbe prescritto le ricette mediche a nome dell’assistito. Il capomafia Matteo Messina Denaro ha scelto la propria nipote, l’avvocato Lorenza Guttadauro, come legale di fiducia. La nomina non è stata ancora ufficializzata, ma preannunciata alla professionista.  Il 19 gennaio si terrà, nell’aula bunker di Caltanissetta, un’udienza in cui è imputato per le stragi mafiose del ’92, di Capaci e Via D’Amelio. Se la penalista dovesse ricevere l’incarico anche per quel procedimento l’udienza potrebbe essere rinviata in caso di un’eventuale richiesta di concessione di termini a difesa.