Il vicepremier e ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Matteo Salvini, ha dichiarato che non vi sarà alcuna chiusura in merito alla concorrenza nei settori ambulanti e balneari. Rispondendo al richiamo del Presidente Mattarella, Salvini ha sottolineato l’importanza di riconoscere coloro che hanno investito finanziamenti in bancarelle o stabilimenti balneari. Ha enfatizzato la sua posizione favorevole alla competizione, tuttavia, ha sottolineato l’importanza di garantire che coloro che hanno investito per decenni non vengano improvvisamente privati delle loro attività. Salvini ha proposto che chi subentra a tali imprese dovrebbe considerare una sorta di “buonuscita” per coloro che hanno dedicato lungo tempo e risorse a quei luoghi.