Nell’incontro con il Business 7, il gruppo di lavoro delle confindustrie in parallelo al G7 in Italia, la Premier Giorgia Meloni ha sottolineato l’importanza dell’autonomia strategica, evidenziando le necessità di “de-risking, re-shoring e friendly-shoring delle catene del valore”. Questo obiettivo è una priorità della Presidenza italiana, che richiede una maggiore cooperazione tra le economie del G7 e una maggiore apertura verso nazioni con visioni condivise.

Meloni ha spiegato che è essenziale “limitare le dipendenze industriali attuali, diversificando le catene del valore strategiche”, senza adottare un approccio protezionistico ma bilanciando sicurezza e cooperazione economica. Ha ribadito l’intenzione di lavorare anche in ambito G7 per difendere la competitività delle aziende italiane a livello globale, contrastando azioni distorsive del mercato e assicurando che possano operare in condizioni di parità. “Il mercato può essere libero solo se è anche equo,” ha concluso.