Per la leader di Fdi, Giorgia Meloni la vera emergenza è la crisi energetica. Per cui in serata, dopo una giornata di incontri tecnici dedicati al dossier energia, Giorgia Meloni ha sottolineato che il suo dovere è di non perdere tempo: “Vediamo di capire quando sono le consultazioni, bisogna cercare di fare presto, ci sono troppe scadenze importanti”.

La leader di Fratelli d’Italia conferma che il suo obiettivo è di mantenere l’unità della coalizione di centrodestra nonostante le inevitabili tensioni che si stanno manifestando per la scelta della squadra di governo. E spiega che “ragionevolmente” la coalizione si presenterà insieme di fronte al presidente Mattarella nel giorno delle consultazioni. Poi la leader di Fdi ha precisato: “Leggo tante cose, la Meloni è diventata draghiana. Io penso che persone normali che cercano di organizzare una transizione ordinata nel rispetto delle istituzioni facciano una cosa normale, non è che si fa un inciucio”. Ha quindi sottolineato come la squadra, quando sarà il momento, sarà pronta e sarà all’altezza. L’idea sarebbe quella di arrivare all’appuntamento del 13 ottobre con l’intesa tra alleati sul pacchetto completo, presidenze delle Camere e ministri, da sottoporre poi al vaglio del presidente della Repubblica.