La leader di Fdi, Giorgia Meloni risponde al ministro francese Laurence Boone che avrebbe detto di voler vigilare sul “rispetto dei diritti e delle libertà in Italia” chiedendo di smentire la dichiarazione perché altrimenti sarebbe un'”inaccettabile” minaccia d’ingerenza esterna “contro uno Stato sovrano, membro dell’Ue”.

“L’era dei governi che chiedono tutela all’estero – avverte Meloni- è finita”. Una presa di posizione molto chiara che ha visto il sostegno del centrodestra e di Carlo Calenda che ha invitato i francesi a farsi “i fatti loro”. Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha affermato: “L’Italia sa badare a sé stessa nel rispetto della Costituzione e dei valori dell’Unione europea”. Il premier Mario Draghi ha assicurato dicendo che da parte dell’Ue ch’è curiosità nei confronti dell’Italia, ma non preoccupazione.