E’ morto Sergio Lepri, ex direttore dell’Ansa. Viveva a Roma in zona Parioli. Era stato direttore dell’Ansa dal 1962 al 1990. Aveva 102 anni. Lepri si fregiava anche del titolo di innovatore. Dalla sua intuizione è nato ad esempio il primo archivio digitale delle notizie, il primo in Europa. L’Ansa fu così la prima agenzia ad avere un archivio elettronico. Nel 1957 era stato nominato portavoce di Amintore Fanfani, segretario nazionale della Democrazia Cristiana e nel 1958-59 Capo del Servizio stampa della presidenza del consiglio con Fanfani presidente. Nato a Firenze il 24 settembre 1919, si era laureato in Filosofia e durante la Seconda guerra mondiale era stato sergente di fanteria per poi entrare, dopo l’8 settembre, nella Resistenza col Partito d’Azione e in seguito col Partito Liberale. La sua prima esperienza giornalistica si colloca tra il 1943 e il 1944  con il giornale clandestino del PLI fiorentino, “L’Opinione”. Nel 1945 aveva cominciato il praticantato nel quotidiano La Nazione del popolo, e l’anno successivo era diventato giornalista professionista. Nel settembre 1960 viene assunto dall’Ansa di cui diventa condirettore responsabile nel gennaio 1961 e direttore responsabile nel gennaio 1962. Ha lasciato l’agenzia il 15 gennaio 1990.