A Vicenza si è svolta la prima tappa di avvicinamento agli “Stati generali della bicicletta”, in programma all’Italian Bike Festival in agenda a Misano Adriatico a settembre 2023

Italian Bike Festival, il salone internazionale della bici di riferimento tra gli eventi europei, aggiunge un nuovo dimensione. In questi giorni è stato avviato Be Off Cycling Meeting Hub, un ciclo di conferenze sui trend del mondo ciclistico, con l’organizzazione di Taking Off in partnership con Meneghini e Associati Talent Union.  Gli incontri, che toccheranno i più significativi distretti italiani per la produzione o la pratica del ciclismo, hanno lo scopo di raccogliere stimoli, testimonianze e dati di una delle forme di mobilità considerate chiave per il futuro dalla Commissione Europea. Il tutto sarà dibattuto in occasione degli Stati Generali della bicicletta nell’ambito dell’Italian Bike Festival 2023, in programma dal 15 al 17 settembre a Misano Adriatico. In tale occasione verranno coinvolte le istituzioni per massimizzare il potenziale di un mezzo di trasporto, di sport e divertimento, fra i più sostenibili mai inventati dall’uomo.

Il primo incontro di Be Off si è tenuto a Vicenza nella settecentesca Villa Valmarana ai Nani, in un contesto particolarmente evocativo per due ragioni. Innanzitutto, la suggestione del paesaggio che caratterizza il Veneto come una delle regioni più fruibili in bicicletta, così come lo è la Toscana, anche grazie ai grossi investimenti fatti dalle due regioni in ciclabili e per una cultura del turismo slow. La seconda ragione riguarda la centralità di Vicenza rispetto ad un distretto Veneto dove l’industria della bici si è fatta valere per qualità e primati.

Gianluca Santilli presidente dell’Osservatorio Bike Economy, ha ricordato come il settore bike solo in Unione Europea valga 500 miliardi di euro, un ecosistema fatto di comparti interamente sostenibili; tra questi, uno dei più importanti è quello cicloturistico, che in Europa genera circa 50 miliardi di euro, di cui 5 miliardi in Italia e 20 in Germania. Il Veneto, con il consigliere regionale Milena Cecchetto ha ribadito il proprio impegno sul potenziamento delle infrastrutture, mentre la regione Toscana con Francesco Tapinassi, direttore di Toscana Promozione Turistica ha esposto i grandi progetti e i risultati già ottenuti sul campo dalla sua regione.

Ma la bicicletta necessita e favorisce molte innovazioni tecnologiche sul prodotto, al fine sicurezza, comfort, autonomia… e quindi dà dei benefici all’innovazione in senso lato. Di alcuni di questi ha parlato Andrea Colombi, Country Manager Yamaha. Sono intervenuti campioni come Mario Cipollini e Nicola Minali a sottolineare come la bicicletta si coniughi con moltissime attività di puro piacere ma anche con forme di sport estremamente competitive e di grande interesse pubblico.

Gli incontri di Be Off continueranno in altre città e regioni ad alto potenziale per le bici, il ciclismo sportivo e il cicloturismo, con focus su altre tematiche perché il dibattito si faccia autorevole e si approfondiscano le effettive potenzialità di una mobilita alternativa che sta diventando un trend.