L’atmosfera natalizia invaderà le cucine italiane, con quasi il 90% degli italiani che sceglierà di trascorrere le festività a casa propria o con amici e parenti, secondo un’analisi Coldiretti/Ixè. La corsa ai fornelli vedrà l’85% delle persone impegnate nella preparazione dei pasti, mentre il 7% opterà per il take-away e il 4% si lascerà coccolare dai piatti portati da amici o parenti.

Dopo il periodo difficile della pandemia, le tavolate natalizie ritornano con una media di quasi 8 commensali, con notevoli variazioni regionali. Siciliani e sardi si distingueranno con tavolate di circa 10 persone, mentre nel Nord Ovest si registrano tavolate più intime con una media di 7 invitati.

La spesa media per le festività aumenta del 10% rispetto al 2022, raggiungendo i 115 euro a famiglia e segnando un ritorno ai livelli pre-pandemia, dopo tre anni segnati da guerre e Covid.

Per quanto riguarda il menu natalizio, se il pesce domina nella vigilia, a Natale la carne è la protagonista con bolliti, arrosti, fritti, agnello e tacchini. Tra le pietanze tradizionali figurano minestre, zuppe, paste ripiene, cappelletti in brodo e pizze rustiche.

Gli italiani confermano le scelte classiche per accompagnare i festeggiamenti, con lo spumante che conquista il 89% delle preferenze e la frutta locale di stagione l’88%. Il panettone batte il pandoro, registrando il 78% contro il 73%, ma il 58% opta anche per i dolci della tradizione locale, mantenendo vive le radici culinarie regionali.