La città di New York ha intrapreso azioni legali contro TikTok, Facebook e YouTube, accusandoli di provocare danni alla salute mentale dei bambini e dei ragazzi. La causa afferma che aziende come Meta, Snap, ByteDance e Google hanno progettato e promosso le loro piattaforme per attirare, coinvolgere e creare dipendenza nei giovani.

Questa iniziativa richiama un precedente procedimento legale avviato in California nel 2022.