Tutto è pronto per la 24esima edizione de La Notte della Taranta, il Concertone dedicato alla musica popolare che stasera, 28 agosto, si terrà nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani a Melpignano a conclusione del Festival itinerante iniziato il 4 agosto scorso.

Dirette dal maestro Enrico Melozzi sul palco l’Orchestra Popolare della Taranta e l’Orchestra Notturna Clandestina con la giovane artista Madame che interpreterà tre brani: la sua “Marea” in chiave pizzica, “Rondinella” e “Dici ca nu me voi” della tradizione salentina.

“Il valore della libertà” è il tema scelto quest’anno per il Concertone che si aprirà con la “Pizzica della Liberazione” scritta dal maestro Enrico Melozzi per augurare la ripresa di tutte le attività culturali in presenza di pubblico. Per la prima volta nella storia della Notte della Taranta, la direzione artistica è stata affidata, dopo la scomparsa di Daniele Durante, all’Orchestra Popolare salentina oggi ambasciatrice ufficiale della pizzica nel mondo.

Ospiti speciali del Concertone sono Al Bano, voce narrante dell’edizione televisiva che andrà in onda per la prima volta su Rai 1 alle 23:15 del 4 settembre e Il Volo. Il popolare artista di Cellino San Marco (Brindisi) interpreterà sul palco di Melpignano il brano in dialetto “Na, Na, Na” già inciso nel 1974. A Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, i tre artisti de Il Volo, sarà affidato l’inno del Concertone, il brano d’amore in grico, lingua minoritaria dell’area ellenofona salentina, “Calinitta”, Buonanotte. Grande protagonista anche la danza con le coreografie di Thomas Signorelli e il Corpo di Ballo della Taranta. L’ingresso sarà contingentato e riservato ai mille spettatori che hanno prenotato da tutta Italia. L’accesso sarà possibile solo con Green pass o esito negativo del tampone effettuato 48 ore prima dell’evento

A.B.