In Consiglio dei ministri  sarà varata oggi la legge di bilancio, mentre la prossima settimana la legge sulla concorrenza. La riunione del Cdm si svolgerà nel pomeriggio e ci sarà dopo una conferenza stampa del premier Mario Draghi e del ministro Daniele Franco sulla manovra. Per quanto riguarda le pensioni, per l’addio a Quota 100 arriva una soluzione per un solo anno, il 2022, in cui si potrà andare in pensione in anticipo raggiungendo Quota 102 con 64 anni di età e 38 di contributi e un fondo (da 3-400 milioni, per traghettare i più penalizzati dall’innalzamento dei requisiti). Sul reddito di cittadinanza si è deciso per controlli preventivi e un taglio dell’assegno a partire dalla seconda proposta di lavoro rifiutata, con un “decalage” progressivo. Ci sarà comunque un rifinanziamento da 800 milioni per coprire l’incremento della platea. Sul taglio delle tasse manca l’intesa e per ora nella manovra ci sarà solo il fondo da 8 miliardi.

Proroga per il Superbonus che arriverà per tutto il 2022,  anche per le abitazioni monofamiliari ma con un tetto di Isee per i proprietari fino a 25mila euro e limitato quindi, viene spiegato, alle sole prime case. Per i condomini la proroga sarà al 2023, con successivo decalage. Confermati anche gli altri incentivi per la casa, dall’ecobonus al bonus verde a quello per il rinnovo dei mobili. Il bonus facciate sarà prorogato ma la percentuale scenderà dal 90 al 60% il prossimo anno.

Il cashback, la misura voluta dal governo Conte è destinata a essere cancellata.  Già sospesa fino alla fine dell’anno ora viene archiviata anche nel 2022 mettendo a disposizione 1,5 miliardi. Diventano strutturali i 10 giorni di congedo obbligatorio per i papà, viene prorogato lo sconto per gli under 36 che acquistano la prima casa e arrivano fondi aggiuntivi per asili nido e scuole dell’infanzia.

Per la sanità arriveranno altri 4 miliardi tra Fondo sanitario e fondi per i vaccini e farmaci anti-virus. Altri 400 milioni andranno alla ricerca. Per le infrastrutture e il Fondo di sviluppo e coesione ci saranno 2 miliardi, mentre altri 4 miliardi sosterranno gli investimenti privati.