Il gip del Tribunale per i Minorenni dell’Aquila, Roberto Ferrari, ha scritto nel provvedimento di convalida del fermo dei due 16enni accusati dell’omicidio di Thomas Christopher Luciani, che il motivo dell’azione è stato l’impulso lesivo di provocare sofferenza e uccidere. Questo impulso è così forte da apparire quasi futile, ossia meramente apparente e in realtà inesistente, nascondendo l’unico vero intento di causare sofferenza e morte. L’omicidio è avvenuto domenica scorsa nel parco ‘Baden Powell’ a Pescara.