Il Giappone vieterà l’ingresso anche ai cittadini stranieri con permesso di soggiorno provenienti dai paesi considerati i focolai della nuova variante Omicron del Covid-19. Lo ha annunciato in una conferenza il portavoce del governo Hirokazu Matsuno, spiegando che la misura rimarrà valida “per qualche tempo” . La misura va ad aggiungersi a quelle già in vigore per gli stranieri che non sono residenti in Giappone.

Le dieci nazioni ai quali cittadini non sarà consentito l’ingresso nel Paese sono Angola, Botswana, Eswatini, Lesotho, Malawi, Mozambique, Namibia, Sudafrica, Zambia e Zimbabwe. A inizio settimana Tokyo aveva deciso di chiudere le frontiere a tutti i passeggeri dall’estero, inclusi gli studenti e le persone in viaggio di affari, per tentare di arginare l’espansione delle infezioni da Covid, a causa dell’alto rischio di contagiosità del nuovo ceppo sudafricano. Intanto in Giappone è stato ricoverato il primo caso di paziente con la nuova variante Omicron, proveniente dalla Namibia, che si trova in isolamento.