Il freddo polare che colpisce il centro Europa si estende al nord Italia, portando abbondanti nevicate sulle Alpi. Secondo il meteorologo Lorenzo Tedici di www.iLMeteo.it, nelle prossime ore si avrà una tregua con prevalenza di sole.Tuttavia, tra giovedì 30 novembre e venerdì 1 dicembre, sono attese consistenti precipitazioni nevose sulle Alpi, con possibili fiocchi anche in pianura al nordovest e rischio di nubifragi tra Liguria di Levante e Alta Toscana.

Inoltre, si prevede un periodo perturbato con allerta per possibili piene fluviali. Dal weekend, una nuova ondata di freddo proveniente dalla Russia raggiungerà l’Italia, causando nevicate a quote collinari e maltempo dal nord verso il centro. Per la giornata di domenica, sono previste forti gelate al mattino, ma con cieli più sereni in un contesto rigido.

Per Sant’Ambrogio, i modelli meteo suggeriscono la possibilità di una discesa di aria artica che si dirige verso il cuore dell’Italia, portando valori termici record che non si registrano da anni.

Le previsioni dettagliate indicano che mercoledì 29 sarà poco nuvoloso al nord con gelate diffuse in pianura, sereno o poco nuvoloso al centro, e un po’ instabile sul basso Tirreno al sud. Giovedì 30, ci saranno piogge diffuse al nord con neve al mattino quasi in pianura al nordovest, maltempo soprattutto sulle tirreniche al centro, e un peggioramento in Campania al sud. Venerdì 1 dicembre, sono attese nevicate intense in montagna al nord, piogge diffuse in pianura al nord, rovesci sull’alta Toscana al centro, e bel tempo ma molto ventoso al sud.

La tendenza per il weekend prevede un veloce maltempo al nord, con successivo peggioramento verso il centro, mentre la giornata di domenica si prospetta piuttosto fredda. La situazione meteorologica rimarrà sotto osservazione per eventuali sviluppi.