Il governatore della Banca d’Italia, Fabio Panetta, ha sottolineato la necessità per l’Italia di accelerare il consolidamento dei conti pubblici attraverso una gestione prudente della finanza pubblica e il mantenimento di adeguati livelli di avanzo primario. Parlando all’Assiom Forex a Genova, Panetta ha evidenziato l’importanza di fornire certezza agli investitori riguardo a una riduzione del debito pubblico, poiché ciò potrebbe ridurre i premi per il rischio e agevolare la crescita economica.

Panetta ha anche discusso del potere d’acquisto dei salari, notando un recupero dopo le perdite subite, grazie agli aumenti e al calo dei prezzi. Questo, ha sottolineato, potrebbe sostenere i consumi e la ripresa economica. Ha anche indicato che le preoccupazioni riguardo a un’eventuale accelerazione dei salari e dei prezzi sono scarse, se si analizzano attentamente i dati.

In merito alla politica monetaria della Banca Centrale Europea (BCE), Panetta ha suggerito che potrebbe essere imminente un’inversione di rotta, poiché le condizioni macroeconomiche indicano che la disinflazione è in fase avanzata e il raggiungimento dell’obiettivo del 2% procede rapidamente.

Infine, Panetta ha osservato che i bilanci delle banche italiane attualmente mostrano un’immagine positiva, in parte grazie a fattori eccezionali come i tassi di interesse elevati. Tuttavia, ha avvertito contro l’eccessivo ottimismo e ha sottolineato l’importanza di salvaguardare la solidità del capitale delle banche, utilizzando il reddito eccezionale dello scorso anno e costituendo riserve patrimoniali con il capitale in eccesso.