La conferenza dei presidenti del Parlamento europeo, in riunione questa mattina, ha scelto di attivare l’articolo 21 del regolamento dell’Eurocamera per rimuovere dalla carica di vicepresidente l’eurodeputata greca Eva Kaili, coinvolta nello scandalo Qatargate.

A comunicarlo è l’ufficio di presidenza dell’Eurocamera. La richiesta dovrà ora essere sottoposta al voto dell’Aula. L’avvocato di Eva Kaili ha intanto affermato che la sua assistita è “innocente”. Parlando al canale televisivo privato greco Open TV, l’avv. Michalis Dimitrakopoulos ha sostenuto che la posizione della ex vicepresidente dell’Europarlamento “è di innocenza. Non ha nulla a che fare con le tangenti del Qatar”, ha dichiarato.