ROMA- Perquisizione nell’abitazione di Matteo Di Pietro, indagato per omicidio stradale, per la morte di Manuel. I carabinieri, su delega della Procura di Roma, stanno svolgendo attività investigative volte a individuare prove utili all’inchiesta sull’incidente di Casal Palocco. La Procura ha affidato consulenze tecniche su cinque telefoni sequestrati alle persone a bordo del Suv Lamborghini coinvolto nell’incidente. L’obiettivo è individuare video e messaggi utili alle indagini. Attualmente, Matteo Di Pietro è l’unico indagato, mentre la posizione degli altri quattro passeggeri della Lamborghini è ancora sotto esame. Di Pietro fa parte del gruppo TheBorderline, noto per le sfide pubblicate online. La polizia giudiziaria sta effettuando audizioni di testimoni, compresi membri del collettivo. Nel frattempo, il padre di Manuel ha espresso il suo dolore su Instagram e il quartiere di Casal Palocco sta organizzando una fiaccolata per dimostrare solidarietà alla famiglia. Un influencer, Pirlasv, ha difeso gli amici dei Borderline invitando alla vicinanza senza aggravare la situazione. Il Moige, Movimento Italiano Genitori, ha richiesto la chiusura dei canali social di TheBorderline, sottolineando la necessità di maggiore educazione civica e stradale e la pericolosità dei contenuti veicolati sui social media.