Le aziende Pfizer e BioNTech hanno comunicato che i risultati degli studi clinici hanno mostrato che il loro vaccino contro il coronavirus è “sicuro, ben tollerato” producendo una risposta immunitaria “robusta” nei bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Le aziende hanno inoltre reso noto che chiederanno l’approvazione normativa da parte degli enti regolatori. Il vaccino per i bambini tra i 5 e gli 11 anni dovrebbe essere somministrato con un dosaggio inferiore rispetto a quello utilizzato per i soggetti dai 12 anni in su.

Le aziende hanno inoltre affermato che avrebbero presentato i loro dati agli organismi di regolamentazione nell’Unione Europea, negli Stati Uniti e in tutto il mondo “il prima possibile”. Le aziende Pfizer e BioNTech stanno sperimentando il loro vaccino anti-Covid anche su neonati di età compresa tra sei mesi e due anni e su bambini di età compresa tra 2 e 5 anni. I risultati principali di questi studi sono attesi “prima di fine anno”, hanno affermato le società. Complessivamente, fino a 4.500 bambini tra 6 mesi e 11 anni sono stati presi negli studi Pfizer-BioNTech negli Stati Uniti, in Finlandia, in Polonia e in Spagna.