A sette mesi dall’apertura del Giubileo, Roma si sta preparando all’arrivo di milioni di pellegrini con una serie di iniziative a tutti i livelli. Dai grandi cantieri sparsi per la città al potenziamento della flotta di auto bianche, fino alle regole riguardanti l’aspetto del personale della Polizia Locale, i preparativi sono in corso. Tuttavia, alcune decisioni riguardanti l’aspetto personale dei vigili urbani stanno sollevando polemiche.

Una circolare interna ai vigili romani, diffusa sui social da Antonio De Santis, ex assessore al Personale e capogruppo della Lista Raggi, ha attirato l’attenzione. La circolare include prescrizioni riguardanti l’aspetto personale dei vigili, come il divieto di indossare orecchini, piercing, eccesso di trucco e colori vivaci, e richiede un taglio di capelli e una barba ben curati, oltre a limitazioni sulla lunghezza dei capelli per le donne.

Le norme estetiche proposte hanno suscitato critiche da parte di diverse parti, inclusa Michela Cicculli di Avs, presidente della commissione Pari Opportunità, che le ha definite un regresso sui diritti di genere.

Nel frattempo, in vista del Giubileo, altri 1.000 agenti neoassunti entreranno in servizio per gestire il traffico cittadino. Si prevede l’arrivo di 1.000 taxi aggiuntivi, oltre a 500 ‘auto bianche’ stagionali e 2.000 Ncc, per i quali sarà indetto un concorso. I nuovi tassisti dovranno essere in grado di comunicare in inglese con i passeggeri e conoscere non solo i percorsi più veloci, ma anche le principali attrazioni turistiche della città.

Il concorso, che si terrà a luglio e sarà gestito da Formez, mira a individuare i vincitori entro settembre per procedere con il rilascio delle licenze nei mesi successivi.