ROMA – Il DiVino Etrusco, uno degli eventi enogastronomici più importanti del centro Italia, giunge alla 18esima edizione che si svolgerà a Tarquinia il 22-25 e 29-31 agosto.
A presentare la manifestazione, oggi alla Camera dei Deputati, l’on. di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli, Presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici insieme con Luigi Serafini, Vicesindaco di Tarquinia, Giulio Zelli, Consigliere Regionale Fdi, Carlo Zucchetti direttore artistico della manifestazione ed Enrica Cotarella della storica famiglia di produttori vinicoli.
“DiVino Etrusco – ha spiegato Rotelli – rappresenta una grande occasione per rilanciare il comparto vitivinicolo della nostra terra all’interno della splendida cornice della città di Tarquinia. Infatti, questa kermesse è una vetrina importante perché non riguarda solo il comparto enogastronomico ma valorizza tutte le bellezze del territorio”.
A spiegare il senso dell’iniziativa è stato il vicesindaco di Tarquinia Luigi Serafini: “l’idea che ha ispirato il DiVino Etrusco è stata quella di mettere insieme tutte le cantine delle 12 città che oltre due secoli e mezzo fa costituivano la cosiddetta Dodecapoli Etrusca. Tutto il centro storico di Tarquinia diventa un palcoscenico per le eccellenze del settore”.
“Il DiVino Etrusco incentiva e valorizza i percorsi olio-enogastronomico in perfetta assonanza con l’impegno che la Regione Lazio, e in particolare l’assessore Righini, sta profondendo in tal senso”, ha sottolineato Giulio Zelli.
Enrica Cotarella ha concluso ricordando il “forte legame con questa manifestazione sia come famiglia e che come produttori. In quei giorni Tarquinia diventa bellissima ed è possibile ammirarla in tutto il suo splendore”.