di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- Dopo una lunga attesa, sembra finalmente vicino il completamento dell’ultimo tratto della strada Orte-Civitavecchia. Il tracciato magenta è stato scelto come percorso definitivo per il segmento tra Tarquinia e Civitavecchia, dopo un dibattito pubblico volto a individuare la migliore soluzione. Mauro Rotelli, Daniele Sabatini e Giulio Zelli hanno espresso grande soddisfazione per questa decisione, sottolineando l’importanza strategica dell’infrastruttura per lo sviluppo del territorio.

La collaborazione tra il governo Meloni e la regione Lazio guidata da Rocca ha accelerato la realizzazione di questo progetto, che rappresenta un importante passo avanti per l’area. Un altro avanzamento significativo è rappresentato dall’imminente apertura del cantiere per il tratto oltre Monte Romano, che contribuirà a migliorare i tempi di percorrenza e ad alleviare i disagi del traffico locale.

Un ringraziamento speciale è stato rivolto al commissario straordinario Ilaria Coppa per il successo del dibattito pubblico e a tutti gli attori coinvolti nel progetto. Si procede ora con determinazione verso il rispetto delle tempistiche previste per il completamento.

Il nuovo tratto, lungo circa 11,7 km, attraversa diverse zone, tra cui il Bosco della Turchina e gli acquedotti romani, e prevede la costruzione di gallerie artificiali e viadotti. Il costo totale dei lavori è stimato in circa 433 milioni di euro, con un investimento complessivo di circa 619 milioni di euro secondo i parametri Anas 2023.

Unindustria ha accolto con favore la scelta del tracciato magenta, sottolineando l’importanza di questa infrastruttura per lo sviluppo dell’area. La decisione è stata il risultato del dibattito pubblico, dimostrando che la collaborazione tra istituzioni, imprese e cittadini porta a risultati importanti.