ROMA- “Sabato mattina in località Campaegli (Rm) ho partecipato ad una splendida esercitazione in larga scala, per la ricerca delle persone disperse in montagna – è quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia Francesca De Vito -.

Ringrazio la Protezione Civile – Gruppo Operativo Soccorso del Comune di Tivoli, ampliato del suo organico con le unità cinofile, oltre a Claudio Nocente consigliere di Cervara di Roma e Stefano Farcomeni, volontario cinofilo, che hanno coordinato questa fantastica iniziativa.

Già dalle prime ore del mattino è stato allestito un posto comando con tanto di mezzi, ponte radio, punto di primo soccorso e attrezzature varie. Sono successivamente stati accreditati i vari operatori intervenuti.

In seguito, 8 figuranti di diverse età, hanno simulato di essersi dispersi.

A quel punto – prosegue De Vito – si sono formate tre squadre, composte ognuna da un’unità cinofila, un soccorritore sanitario, un esperto in comunicazioni radio e gps, un esperto in materiali SAF e due operatori generici.

Il tutto spiegando alle persone presenti come lavorano in queste situazioni le squadre di Soccorso.

Nei prossimi giorni farò in modo che vengano effettuate altre giornate operative come quella di sabato in tutto il territorio di Monte Livata e dintorni per sostenere lo sviluppo del turismo in sicurezza e far sì che i “volontari” legati alla Protezione Civile ottengano molto di più che un rimborso dalla Regione.

La montagna va vissuta con prudenza – conclude De Vito – ma, qualora ci fosse bisogno del soccorso, le unità dislocate sul territorio sono fondamentali per velocizzare al massimo i tempi di intervento ed anche su questo, bisognerà modificare i protocolli previsti; spesso poche ore, se non minuti, fanno la differenza tra la vita e la morte”.