ROMA- “Abbiamo indetto per domani, 1 febbraio, lo sciopero dei lavoratori delle pulizie dell’Agenzia delle Entrate a Roma, per protestare contro un cambio appalto che prevede una forte riduzione oraria. A farne le spese sarebbero lavoratori e cittadini”.
È quanto si legge in una nota della Filcams-Cgil Roma e Lazio, Fisascat-Cisl Roma Capitale e Rieti e Uiltrasporti Lazio, in cui si aggiunge che “il nuovo appalto su Roma, l unico su tutto il territorio nazionale in riduzione oraria, prevede un taglio che si aggira intorno al 28%. Inaccettabile, se consideriamo che non siamo ancora usciti da una pandemia che richiede alti livelli di pulizie e che stiamo parlando di lavoratori da sempre in prima linea. Faremo tutto il possibile per assistere a un passo indietro su una decisione insostenibile”.