di WANDA CHERUBINI

VITERBO- Un passo in avanti per la Tuscia nella tradizionale classifica stilata da Italia oggi con l’università La Sapienza di Roma sulla qualità della vita. Nella classificata la città dei Papi guadagna una posizione anche se continua a trovarsi nella parte medio bassa della classifica. Si colloca infatti in 69esimo posizione su 107 province. L’anno scorso era in 70 esima posizione. Se si considerano le altre province laziali ancora più in basso nella classifica si trovano Frosinone, in 78esima posizione e Latina, in 76esima. Rieti, invece, fa meglio di Viterbo e si colloca in 61 esima posizione. Fa ancora meglio la capitale, che si piazza al 53esimo posto. Meglio di Roma, tra le grandi città, fanno Trento, a capo della classifica, seguita da Bolzano, Bologna, Firenze e Milano. La vicina Terni si colloca prima di Viterbo, in 56esima posizione ed in 55esima la vicina Grosseto. Soltanto in fondo alla classifica si collocano le province del Sud con Napoli che è alla 104esima posizione insieme a Siracusa e Caltanissetta ed a chiudere la classifica Crotone, in 107esima posizione.