ROMA- La Giunta regionale, presieduta da Francesco Rocca, su proposta di Simona Baldassarre, assessore alla Cultura, alle Pari Opportunità, alle Politiche giovanili e della Famiglia, e al Servizio civile, ha approvato la delibera “Sistema cultura Lazio: Disposizioni in materia di spettacolo dal vivo e di promozione culturale” e iI Programma Operativo Annuale, del valore complessivo di 11.902.000 euro, a seguito dell’approvazione degli emendamenti presentati alla precedente delibera del 12 aprile scorso dalla V commissione Consiliare Cultura, Spettacolo e Turismo.

«È significativo aver licenziato questo ambizioso piano culturale, recependo all’unanimità le osservazioni dei consiglieri regionali della Commissione, che ringrazio per il lavoro svolto, a riprova dell’unità d’intenti politica che ci guida. Fra le novità più rilevanti, segnalo l’incremento di risorse per le scuole musicali che passano da 50.000 a 100.000 euro. Ma è l’intero piano a prevedere azioni ed obiettivi importanti, particolarmente qualificanti per una terra a forte vocazione culturale come il nostro Lazio» dichiara l’assessore Baldassarre, che prosegue:

«Penso ai 750.000 euro previsti per il Festival della Musica Sacra, uno straordinario evento identitario che trainerà il Giubileo e animerà il territorio. O, ancora, ai fondi, raddoppiati, per sostenere le Officine Culturali e il Teatro Sociale, esemplari presidi di legalità e recupero. Parallelamente al tradizionale sostegno a istituzioni come il Teatro di Roma, la Fondazione Teatro dell’Opera, la Fondazione Accademia di Santa Cecilia, l’Associazione Teatrale dei Comuni del Lazio, la Fondazione “Musica per Roma” e la Fondazione Romaeuropa Arte e Cultura. Quest’anno riattiveremo gli avvisi per l’albo regionale dei festival del folklore e per l’albo regionale delle bande musicali e dei gruppi corali, coreutici e dei teatri amatoriali. Ulteriori risorse saranno impegnate per lo spettacolo dal vivo da svolgersi presso i Comuni, la Rete regionale delle dimore, ville, complessi architettonici e del paesaggio, parchi e giardini di valore storico e storico-artistico del Lazio. Altri fondi andranno alle attività da svolgersi presso lo Spazio Rossellini, il Castello di Santa Severa, il WeGil, la Certosa di Trisulti e le Grotte di Pastena; tutti attrattori sui quali stiamo puntando convintamente. Anche per quest’anno, infine, si è deciso di riproporre il concorso “Presepe nelle Scuole”, con il concerto natalizio finale. Un’azione che prevede il coinvolgimento delle scuole del Lazio, per far conoscere ai più giovani territori e tradizioni, perché cultura è identità”, conclude Baldassarre.