italyexpo2020_ Zigaretti Lazio President Visit Pic 07-03-2022

È entrata nel vivo la missione del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a Expo 2020 Dubai. Si è aperta infatti questa mattina, presso la sala conferenze del Grand Hotel Millennium Business Bay a Dubai, la serie di appuntamenti regionali in programma fino al 9 marzo, per lanciare un ponte tra il Lazio e i paesi del Golfo, illustrando le strategie di crescita e sviluppo della Regione e fornire opportunità di partnership alle attività produttive del nostro territorio e ai potenziali investitori arabi.

L’incontro “Lazio Region Business Hub – La porta di accesso per il Sistema Lazio sul mercato arabo” ha coinvolto i rappresentati del sistema Italia negli Emirati Arabi Uniti, la Camera di Commercio Italiana negli EAU, ICE Dubai, SACE Dubai | UAE and MENA Region, presentando il Sistema Paese dei sette Emirati che compongono gli EAU–Emirati Arabi Uniti, fornendo i dati macroeconomici, le tendenze commerciali e le prospettive di collaborazione internazionale tra l’Italia e il mondo arabo.

Oltre al presidente Nicola Zingaretti, hanno partecipato, tra gli altri, Quirino Briganti, Coordinatore Expo 2020 Dubai Regione Lazio; H.E. Sheikh Mohammed Bin Faisal Al Qassimi, Presidente della Dubai Chamber of Commerce & Industry; Paolo Orneli, Assessore Sviluppo economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Startup e Innovazione Regione Lazio; Mauro Marzocchi, Segretario Generale Camera di Commercio e Industria Italiana in EAU; Beatrice Calabrese, Trade Analyst Camera di Commercio e Industria Italiana in EAU; Amedeo Scarpa, Direttore Ufficio ICE Dubai; Maurizio D’Andria, Head of UAE, Middle East and North Africa SACE; Angelo Camilli, Presidente Un-Industria; Lorenzo Tagliavanti, Presidente CCIAA di Roma; Nicola Tasco, Presidente di Lazio Innova; Stefano Campagna, Vice Presidente Camera di Commercio e Industria Italiana in EAU – Managing Director, Sharaf Future Trading LLC; Piero Ricotti, Consigliere Camera di Commercio e Industria Italiana in EAU – Managing Director, Tecnosistemi FZ LLC; Rekha Setpal, Head of Program and Partnerships In5.

Durante l’incontro, che ha visto anche la partecipazione di una rappresentanza selezionata di imprese italiane ed emiratine attive sul territorio, sono state illustrate le attività in corso presso il “Lazio Region Business Hub” realizzato a Dubai dalla Camera di Commercio, su mandato della Regione Lazio, per fornire un supporto al business delle imprese laziali che vogliono cogliere le opportunità offerte dall’Expo emiratina, e il dettaglio dei primi risultati delle attività di accompagnamento all’internazionalizzazione del sistema produttivo del Lazio a Dubai.

La delegazione regionale ha proseguito i lavori nel pomeriggio con il “LAZIO DAY”, presso l’Anfiteatro del Padiglione Italia, presentando “Lazio Eterna Scoperta – Una grande storia di viaggi, con uno sguardo al futuro”, appuntamento dedicato al Turismo e al piano regionale per il rilancio di un settore particolarmente colpito dalla pandemia ma che rappresenta uno dei maggiori punti di forza dell’economia del territorio.
Il presidente Nicola Zingaretti ha rappresentato, assieme all’assessore al Turismo, Enti locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione, Valentina Corrado e a Quirino Briganti la centralità strategica del comparto turistico del Lazio e la sua offerta che, grazie a inimitabili fattori d’attrazione, rende la Regione una destinazione che ben risponde alle richieste dei turisti provenienti dal Golfo. In particolare, il turismo di lusso rappresenta un comparto attrattivo per numerosi cluster, determinando una significativa crescita economica e di sviluppo del sistema Paese. Hanno partecipato inoltre Paolo Glisenti, Commissario Generale per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, Giuseppe Finocchiaro, Console Generale d’Italia a Dubai e Nassry Bedran, Director of Business Development Dubai Link Travel & Tours.
Il video “Lazio Eterna Scoperta”, realizzato dalla Regione appositamente per questo evento, racconta le bellezze e le opportunità turistiche, culturali e di internazionalizzazione che offre il Lazio a chi vuol investire, allacciare rapporti commerciali e di partenariato o soggiornare nelle sue 5 province. Un viaggio che cattura l’attenzione sulle meraviglie ancora sconosciute di un territorio capace di regalare esperienze all’insegna della bellezza tra capoluoghi, borghi antichi, rurali e costieri di inestimabile valore storico-artistico. Custode di una storia millenaria, il Lazio concentra attrattive naturali e conserva testimonianze di un patrimonio artistico, culturale e monumentale smisurato anche al di fuori delle braccia della Città eterna.
Tra i diversi appuntamenti culturali in programma, proseguono a Dubai le attività del progetto “Sotto le Stelle del Lazio”, con gli incontri con chef stellati della nostra regione per mostrare e rappresentare sulla ribalta di Expo le eccellenze della cucina regionale, come testimonianza di un’eterna scoperta culturale, non esclusivamente gastronomica, del territorio.

I lavori della delegazione proseguiranno martedì 8 marzo con la firma del protocollo d’intesa tra la Camera di Commercio di Roma e la Dubai Chamber of Commerce & Industry. Un incontro tra l’ecosistema economico emiratino e quello del Lazio finalizzato ad avviare un percorso di collaborazione su due ambiti prioritari: la promozione di processi di internazionalizzazione commerciale e le partnership su percorsi legati all’attrazione di investimenti, all’incontro tra ecosistemi dell’innovazione e alla co-progettazione Internazionale.
Nel corso dell’incontro verrà sottoscritto un Memorandum of Understanding (MoU) dal presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti, e dal suo omologo emiratino, Hamad Buamim, con lo scopo di creare una piattaforma stabile di interscambio di opportunità e condivisione di programmi e iniziative bi-laterali, economiche e commerciali.

L’accordo è “un passaggio strategico nel consolidamento dei rapporti tra Italia ed EAU, per promuovere e facilitare una cooperazione efficace in relazione alle attività commerciali, economiche e di investimento. Il Lazio è una delle grandi regioni italiane per capacità produttiva, offerta turistica, eccellenze enogastronomiche, settori ad alto tasso di innovazione. Pensiamo che queste grandi risorse possano essere valorizzate attraverso un rapporto più intenso di scambi e relazioni con l’EAU, che già oggi rappresenta un importante punto di riferimento per la nostra economia”, ha sottolineato il presidente Nicola Zingaretti, presente alla firma assieme a Giuseppe Finocchiaro, console generale d’Italia; Paolo Orneli, assessore Sviluppo economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Startup e Innovazione Regione Lazio; Quirino Briganti, responsabile Expo2020 Dubai per la Regione Lazio; Angelo Camilli, presidente Unindustria Lazio e Nicola Tasco, Presidente di Lazio Innova.

La Camera di Commercio e Industria di Dubai, istituita nel 1965, è nata per sostenere l’economia nazionale e oggi associa oltre 275 mila realtà produttive in rappresentanza di tutti i settori economici. Gli EAU hanno varato e stanno implementando la strategia Vision 2050 con l’obiettivo di sviluppare un modello economico e politico in grado di garantire la creazione e il mantenimento di un’economia sostenibile e diversificata, flessibile nell’adottare nuove politiche economiche per sganciarsi dai proventi petroliferi e sviluppare altri settori industriali che garantiscano crescita e progresso attraverso tre pilastri: Infrastrutture & mobilità; Turismo, ospitalità e mercato immobiliare; Energia.
Nel 2021 il Pil degli EAU è cresciuto dell’1,3%, di cui il 30% è riferito a oil&gas, il 17% al turismo, il 12% al settore edile. Tra il 2019 e il 2020 l’interscambio con il Lazio è cresciuto del 6%, principalmente nei settori convergenti con la S3 della Regione Lazio: scienze della vita, turismo, cybersecurity, aerospazio, innovazione tecnologica, interscambi di studenti universitari nelle attività di ricerca.

Sempre l’8 marzo, il fitto calendario di appuntamenti prevede l’incontro con l’International Investors Council, organismo che svolge un ruolo determinate nell’economia emiratina, nel sostegno alle società degli Emirati Arabi Uniti nei processi decisionali in materia di investimenti esteri, fornendo indicazioni e parametri significativi per tutte le possibili aree di investimento nel mondo. Tra i membri dell’International Investors Council vi sono il Ministero dell’Economia EAU, il Ministero delle Finanze EAU, Autorità Generale per l’Aviazione Civile EAU, il Gruppo Etisalat, Dubai Holding il Millennium & Copthorne Medio Oriente/Africa. L’ente è, pertanto, una piattaforma importante con la quale dialogare con lo scopo di attrarre investimenti emiratini verso la nostra regione. In quest’ottica, su indicazione dell’Ambasciata è già stato richiesto alle nostre delegazioni (Unioncamere, Unindustria, ecc.) di segnalare progetti concreti per l’attrazione di investimenti che potranno essere presentati nel corso dell’incontro.

Mercoledì 9 marzo proseguiranno i lavori della delegazione con la visita presso lo “Sharjah Research Technology and Innovation Park”, centro di eccellenza istituito nel 2016 che collega 22 università, con oltre 70.000 studenti e 2.000 dottori di ricerca, tra i cui obiettivi c’è lo sviluppo di un modello a “tripla elica” dei processi innovativi tra atenei, centri di ricerca, governo e aziende. Il Parco tecnologico si concentra su 6 aree di ricerca per lo sviluppo nella regione della gestione delle risorse idriche, Energia rinnovabile, Tecnologia ambientale, Trasporti, Digitalizzazione, Intelligenza Artificiale
Nell’occasione verrà sottoscritto un protocollo d’intesa tra il CEO di SRTIP, Hussain Al Mahmoudi, e il Presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco, con l’obiettivo di approfondire le opportunità di collaborazione in tema di internazionalizzazione, open innovation e internazionalizzazione del sistema universitario, in uno scambio reciproco di informazioni nei settori di reciproco interesse. L’accordo fa seguito all’incontro avvenuto lo scorso settembre a Roma, presso la sede di Lazio Innova, in cui sono stati trattati i temi legati ai big data e agli strumenti di sostegno al mondo imprenditoriale e della ricerca, come leva strategica per promuovere l’innovazione, le startup e le PMI innovative in un nuovo modello di sviluppo sostenibile.