ROMA – La Regione Lazio ha proceduto oggi al pagamento dei primi 1.752 “Buoni sport”, ticket che sono stati già utilizzati e regolarmente registrati alla data del 31 ottobre scorso, per un importo complessivo di oltre 750mila euro. Il pagamento è avvenuto tramite “Asilo Savoia”, azienda pubblica di servizi alla persona chiamata a svolgere gratuitamente dalla Regione Lazio le funzioni di soggetto attuatore unitario della misura prevista dall’art. 38 della legge regionale 15/2002.

I soldi sono andati direttamente a 270 ASD (associazioni sportive dilettantistiche) e SSD (società sportive dilettantistiche) che sono state scelte in piena autonomia dai beneficiari dei buoni tra le 617 strutture e centri sportivi aderenti al circuito regionale “T&T Sport Network Lazio”.

La misura fortemente voluta dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti nasce con il duplice scopo di rendere lo sport accessibile e praticabile a tutti, soprattutto a chi soffre situazione di difficoltà economica o decifit di carattere fisico, e allo stesso tempo di tendere una mano a tutte quelle associazioni sportive, fortemente radicate sul territorio, che a causa della pandemia hanno visto ridotte le entrate. Il bando nel 2021 ha avuto un successo così grande che la giunta ha deciso di raddoppiare l’impegno economico rispetto all’anno passato.

In particolare i buoni già utilizzati sono così divisi: 1.612 “Buoni sport junior” destinati a minori per 644mila euro; 128 “Buoni sport junior” destinati a minori con disabilità per 102mila euro. A questi si aggiungono 12 “Buoni sport” appartenenti al bando promosso dalla Giunta Zingaretti nel 2020 e destinati a persone adulte con disabilità per totale complessivo di 7.200 euro.

Si tratta di un primo ma velocissimo saldo che riguarda quasi la metà dei 4.437 “Buoni sport” emessi a seguito del bando 2021 e finanziato dalla Regione con 2 milioni di euro. Va specificato che circa l’87% delle richieste riguarda i minori, il 12,5% le persone con disabilità, minori inclusi e infine agli over 65 è stato attribuito lo 0,5%. Da ultimo si specifica che la distribuzione percentuale territoriale dei “buoni sport” conferiti è così divisa: il 52,9% in favore di beneficiari residenti/domiciliati nella Città di Roma, il 25,2% nella Città Metropolitana di Roma (esclusa la Capitale), il 13,7 nella Provincia di Latina, il 6,2 nella Provincia di Frosinone, l’1,6 % nella Provincia di Viterbo e l’0,4 % nella Provincia di Rieti.