ROMA- Promuovere in tutte le sedi istituzionali la sensibilizzazione nei confronti del grande patrimonio culturale dell’Italia dei piccoli Comuni e delle “aree interne”, individuando una specifica giornata dedicata alla salvaguardia del patrimonio culturale immateriale. È questo l’intento del protocollo d’intesa promosso dalla Regione Lazio e firmato oggi con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ANCI Lazio, e l’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia – Comitato Regionale del Lazio, UNPLI Lazio. Con quest’atto le parti si impegnano, attraverso processi partecipativi e secondo le specifiche competenze, a intraprendere iniziative mirate utili alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio turistico locale. Particolare riguardo viene riservato alle attività ricreative e di propaganda per la promozione delle bellezze naturali, artistiche e monumentali dei luoghi, alle tradizioni culturali e folkloristiche e a quelle storiche, religiose e popolari più significative delle realtà territoriali, nonché alle attività dirette a migliorare, in generale, la qualità dell’esperienza di cittadini e visitatori. “Attraverso un impego congiunto e politiche di gestione coordinata sosteniamo la valorizzazione dei fattori attrattivi locali con iniziative utili a favorire lo sviluppo turistico dell’intero territorio. Siamo capofila nel racconto di un’Italia ancora inesplorata, costituita dalle zone meno note ma preziose. Vogliamo continuare a far leva sulle nostre unicità, a investire per garantire migliori servizi di assistenza, informazione e accoglienza turistica, soprattutto, a rendere i Comuni, le realtà associative e di volontariato che operano nei territori parte integrante e attiva della nostra strategia. La stipula del Protocollo rappresenta una preziosa occasione di promozione capillare dell’intero territorio regionale, l’emblema di un dialogo sinergico e proficuo già avviato con ANCI E UNPLI, la sintesi di un processo partecipativo che, insieme alle altre azioni messe in campo sta imprimendo uno slancio significativo al rilancio della nostra regione” – ha dichiarato Valentina Corrado, Assessore al Turismo, Enti locali, Polizia Locale, Sicurezza Urbana e Semplificazione Amministrativa.

“Il mio auspicio è che questo protocollo, che giudico fondamentale, diventi subito operativo con iniziative che porteranno beneficio a tutto il Turismo Regionale” – ha dichiarato Claudio Nardocci, Presidente dell’Unpli Lazio.

“Continuiamo la collaborazione con la Regione Lazio e continuiamo l’impegno per la promozione e la valorizzazione delle piccole realtà del territorio. La firma di questo protocollo tra Anci Lazio, Regione e UNPLI rappresenta un ulteriore punto di riferimento nel percorso di sostegno che Anci Lazio sta garantendo a tutti i Comuni associati. Siamo contenti, come Anci Lazio, di poter dare questo ulteriore contributo e spingere ancora di più sul valore delle specificità e delle eccellenze di luoghi meravigliosi, a volte, dimenticati e sull’importanza delle Pro Loco del Lazio che rappresentano, in molti casi, la longa manus delle Amministrazioni, soprattutto nella salvaguardia del patrimonio immateriale, della valorizzazione turistica e delle tradizioni locali” – ha dichiarato Gianpaolo Nardi, Vicepresidente Anci Lazio.