ROMA – “Gualtieri l’aveva detto addirittura con vanto durante la sua campagna elettorale e adesso passa dalle parole ai fatti. Sono in arrivo a Roma almeno 16 mila nuove strisce blu a pagamento che prima erano gratuite e verranno aumentate tutte le tariffe per gli stalli. La sinistra non si smentisce mai, il vecchio vizietto di tassare i cittadini è buono
per tutte le stagioni”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio della Lega, Daniele Giannini. “Con la scusa di provare a migliorare gli incassi dell’Atac – prosegue – senza fornire però alcun servizio migliorativo agli utenti, gli aumenti alle strisce blu costringeranno tra poche settimane i cittadini, soprattutto quelli meno abbienti, di fatto coercitivamente, a lasciare l’auto a casa per evitare di pagare cifre astronomiche per parcheggiare la propria auto e andare a lavorare, tra l’altro in un momento storico in cui tra pandemia, conflitti, inflazione e crisi energetica i romani sono già alle prese con una crisi senza precedenti. E non ci si appelli al finto impegno ambientalista dietro cui sempre più spesso la sinistra si cela, per mettere in campo ancora più pressione sui portafogli dei cittadini e rimpinguare così le casse dei comuni. Questo aumento voluto dal sindaco, dal suo assessore Patanè e da tutta la giunta Pd – conclude Giannini – è un salasso vero e proprio a carico dei romani che può e deve essere evitato”.