Situazioned politica fluida a Sabaudia, dopo il ciclone giudiziario che ha travolto la giunta Gervasi. Si andrà a votare, ovviamente, ed il Pd entra in campo con un suo candidato, un  terzo contendente dunque per la corsa alla carica di sindaco di Sabaudia. La scelta è ricaduta su Giancarlo Massimi, originario di Sezze dove è stato anche assessore e con alle spalle un’esperienza amministrativa come sindaco di Civitella Alfedena. Il Pd aveva già annunciato la volontà di presentarsi da solo alle elezioni comunali qualora non fossero stati stretti accordi con altri partiti o altre civiche. Non si sa ancora se Massimi sarà sostenuto da altre realtà politiche. L’esponente dem va ad affiancarsi agli altri due candidati che hanno già formalizzato la loro candidatura: il generale Alberto Mosca sostenuto da Forza Italia, Città Nuova e Scegli Sabaudia e Enzo Di Capua che sarà supportato da due civiche. Anche Cittadini per Sabaudia ha annunciato la presentazione di una lista ma non si sa chi sarà il candidato sindaco dato che Giada Gervasi, finita ai nell’indagine “Dune”, non si ricandiderà. Si attende di conoscere ancora quali saranno le mosse di Fratelli d’Italia e Lega, appena scolvolta da un terremoto interno che porterà presumibilmente ad una diaspora,  ma anche eventuali partecipazioni di parte di altre civiche.