MERCOLEDI’ 4 AGOSTO Dalle 14.00 alle 18.30 – GIOVEDI 5 AGOSTO Dalle 09.30 alle 13.30

Dopo il Salute Web Fest, che ha registrato oltre 410mila visualizzazioni, WebSalute e Vvox nei giorni 4 e 5 agosto 2021 presentano HEALTH & LEGAL WEB FEST, una due giorni di appuntamenti “non stop” dove medici, avvocati, amministratori, rappresentanti dei cittadini, affronteranno i temi legati ai contenziosi in Sanità. Il Festival, che andrà online su tutti i canali web e social WebSalute e Vvox, sarà anche l’occasione per redigere, grazie al contributo dei relatori, un documento di scenario che verrà condiviso.

Il Sistema Sanitario è stato travolto da una pandemia che ha sconvolto il modello di lavoro, ha obbligato l’Ente pubblico ad accendere nuovi percorsi che hanno rivoluzionato il modello di presa in carico del paziente così come conosciuto.

Questa rivoluzione, che ha coinvolto gli ospedali ma anche il territorio, ha acuito un problema già sentito, quello dei contenziosi tra paziente-medico-Struttura Sanitaria.

 

INTRODUZIONE ALLA PRIMA GIORNATA

  UTENTI E AZIENDE SANITARIE: come governare il conflitto? Cittadini, medici e istituzioni a confronto

In questa prima giornata, grazie alla partecipazione di professionisti sanitari, rappresentanti di categoria e istituzionali, entriamo nel vivo del contenzioso in corsia e della sua gestione da parte delle strutture sanitarie da un lato e dell’utenza dall’altro.

Ad oggi, l’azienda sanitaria e i MMG si trovano infatti a doversi confrontare con un paziente sempre più esperto e aggiornato in materia. Questo ha indubbiamente costretto il panorama sanitario a un cambio radicale nell’approccio con l’utenza e grazie a questo focus scopriremo come oggi viene avviato e intrattenuto il dialogo tra le parti, poi mutate in controparti.

A seguire, immancabile un focus sulla pandemia che ha stravolto l’intero SSN, sia pubblico che privato, innescando una sequela di controversie legali e introduzione di normative che hanno nuovamente messo alla prova i professionisti sanitari, ad oggi ancora nel mezzo di una sfida che pone al centro l’obbligo di vaccinazione. Questo anche proprio per prevenire la salute pubblica, propria, dei colleghi e dei pazienti, che contro la categoria non hanno esitato, in diverse e più occasioni, a puntare il dito.

Ma, se vi è un’utenza sempre più esperta e aggiornata in tema di contenzioso, è così anche dall’altro lato della barricata? Sarebbe a tal proposito utile prevedere della formazione specifica in materia per meglio affrontare il contenzioso? Ne parliamo con i protagonisti.

Relatori:

Giovanni Leoni (Vicepresidente FNOMCeO e Presidente OMCeO Venezia)

Giancarlo Faletti (Avvocato, consulente nazionale CIMO – il sindacato dei Medici)

Bruno Franco Novelletto (Vicepresidente S.I.M.G. del Veneto, Presidente S.Ve.M.G.)

Isabella Mori (Cittadinanzattiva)

Giuseppe De Marco (Avvocato, founder LegalSanità)

INTRODUZIONE ALLA SECONDA GIORNATA

L’APPROCCIO LEGALE: il contenzioso in corsia. La voce dei legali e delle agenzie assicurative

Nel 2020 (periodo 1 gennaio-19 novembre) le spese legali per liti, da contenzioso e da sentenze sfavorevoli, sostenute dal comparto sanitario italiano ammontano a oltre 166 milioni di euro, pari a circa 513mila euro al giorno, con un esborso medio annuo per ente sanitario per le spese da contenzioso verso il personale dipendente, i fornitori e i cittadini pari a oltre 831mila euro.

Sono le strutture sanitarie meridionali ad essere “più litigiose” concentrando ben il 56,2% delle spese legali complessive liquidate, pari a 93,5 milioni di euro, seguite da quelle del Centro con 47,3 milioni di euro (28,4%) e del Nord con una spesa generata pari a 25,5 milioni di euro (15,3%).

In questa seconda giornata del webinar, i professionisti del Legal e i rappresentanti delle agenzie assicurative realizzano un focus su quelli che sono i livelli di copertura, scudo legale e, più in generale, di difesa e protezione dei medici e DG in sanità. Sono sempre più infatti i contenziosi e le controversie nei riguardi dei professionisti sanitari, bersagliati da denunce e cause e per questo sempre più costretti a tutelarsi attraverso l’accensione di polizze assicurative che li possano in qualche modo tutelare. Ma quanto costa tutto questo a un libero professionista? E quanto grava sulla spesa pubblica? Ne parlano i diretti interessati in questa giornata conclusiva.

Relatori:

Vincenza Palermo (Presidente COMPLAS – Medici Legali SSN)

Luigi Marsella (Docente Medicina Legale e Medicina delle Assicurazioni, Policlinico Tor Vergata – Roma)

Alessandro Renna (Founder & CEO 4cLegal)

Riccardo Tartaglia (Docente straordinario Risk Management UniMarconi, membro istituzionale ISQUA)

Marco Buonaiuto (Assicuratore)

Luca Coletto (Assessore alla Salute e Politiche sociali Regione Umbria)