Sarebbe stato spoilerato in rete, nel giorno dell’annuncio dell’uscita del suo nuovo album Blu1,  il testo della canzone che Giorgia porterà al prossimo Festival di Sanremo “Parole dette male”.

Secondo quanto riporta il sito Davidemaggio.it ad aver svelato le parole del brano sarebbe stato il negozio di musica specializzato nella vendita online, Discoteca Laziale, che, consentendo già di prenotare e acquistare l’album in uscita il 17 febbraio, avrebbe svelato anche il suo interno con i testi delle canzoni.

Ora sul sito del rivenditore non appare più il testo, ma in rete circola uno screenshot del brano. I testi delle canzoni di Sanremo non possono essere rivelati se non quando previsto dal Festival. La cantante non dovrebbe rischiare nulla comunque, visto che non si tratterebbe di un suo errore. Inoltre, negli anni passati la diffusione di parti delle canzoni di Fedez e Gianni Morandi non aveva portato alla loro esclusione.
Intanto in serata gli editori Metatron Publishing Srl, Popnova Srl e Doner Music Srls, in rappresentanza degli autori del brano Parole dette Male, Alberto Bianco, Francesco Roccati, Massimiliano Dagani, Mario Marco Gianclaudio Fracchiolla, sottolineano che “la pubblicazione di un’opera inedita protetta, senza aver ottenuto idonea autorizzazione dai titolari dei diritti, viola il diritto d’autore come tutelato dalla legge.
La violazione del diritto d’autore è da intendersi come divulgazione dell’opera d’ingegno senza l’autorizzazione dell’autore o dell’editore che lo rappresenta, provocando così un danno economico e morale, anche sotto un profilo reputazionale e di immagine.
Auspichiamo – proseguono – che tale diritto venga rispettato da tutti, su qualsiasi supporto fisico o digitale, anche e soprattutto data l’eccezionalità del momento, a tutela dell’artista, invitando chiunque, nel rispetto dei diritti sopra citati, a cessare la diffusione del testo dell’opera e a rimuovere il materiale protetto illecitamente riprodotto e diffuso”.