Il sindacato di base Usb ha indetto un nuovo sciopero generale per oggi, venerdì 26 maggio, con possibili disagi nei trasporti e coinvolgimento anche del settore scolastico. Tuttavia, i servizi essenziali nelle zone dell’Emilia Romagna colpite dall’alluvione non saranno interessati dalla protesta.

Secondo quanto dichiarato dal sindacato, lo sciopero rappresenta un momento cruciale per la ripresa delle rivendicazioni dei lavoratori in Italia, in un contesto di “economia di guerra” sia a causa del conflitto in Ucraina sia per le politiche del governo Meloni che colpiscono le fasce più deboli e povere della società. Usb chiede specificamente un aumento di 300 euro netti immediati in busta paga per i lavoratori.

Le Ferrovie dello Stato (Fs) hanno annunciato che i treni Frecce e Intercity di Trenitalia circoleranno regolarmente durante la giornata, mentre Italo ha pubblicato sul proprio sito la lista dei treni garantiti. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, a Roma non sono previsti blocchi per bus, metro, tram e ferrovie. L’azienda Romamobilità ha assicurato che il servizio sulle linee Atac, Roma Tpl e Cotral sarà regolare.

A Milano, il servizio delle linee di superficie e delle metropolitane sarà garantito fino alle 8:45 e dalle 15 alle 18. A Napoli, tram, bus e filobus saranno garantiti dalle 5:30 alle 8:30 e dalle 17:00 alle 20:00.

L’obiettivo dello sciopero generale è quello di evidenziare le istanze dei lavoratori e delle lavoratrici in Italia e mettere in luce le problematiche legate alla situazione economica attuale. Nonostante i possibili disagi che potrebbero verificarsi, sono state adottate misure per garantire la continuità dei servizi essenziali e limitare gli inconvenienti per i cittadini. Si consiglia comunque di verificare eventuali aggiornamenti sulle modalità di trasporto nelle rispettive città durante la giornata di sciopero.