È deceduto ieri sera all’età di 61 anni Franco Anelli, avvocato, giurista e rettore dell’Università Cattolica di Milano. L’ateneo ha diffuso la notizia con una nota, spiegando che le circostanze della morte “sono in corso di accertamento”. Secondo le indagini dei carabinieri, intervenuti sul posto insieme al medico legale e agli operatori del 118, Anelli si sarebbe suicidato gettandosi dal sesto piano del palazzo nel centro di Milano in cui viveva. Gli investigatori e il medico legale hanno escluso il coinvolgimento di terze persone.

Il mondo universitario e politico ha espresso unanime cordoglio per la scomparsa di Anelli, rettore della Cattolica dal 2013. “Con profonda costernazione – si legge nel comunicato dell’ateneo – la comunità dell’Università Cattolica e della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs, alla quale egli ha dedicato la propria opera e l’intera sua vita, si raccoglie nel compianto e nella preghiera, esprimendo il più sentito cordoglio alla sua mamma e ai suoi cari”.

Laureato in Legge e giurisprudenza alla Cattolica, Anelli era anche docente di Istituzioni di diritto privato e, due anni fa, il Papa lo aveva nominato consultore della Congregazione per l’educazione cattolica. Anelli era al suo terzo mandato come rettore dell’ateneo.

Alle 12.30 è stata celebrata una messa in suo ricordo nell’aula Magna dell’Università Cattolica di Milano. Alle 15, invece, è in programma il rosario, in un luogo ancora da definire. Le associazioni studentesche ‘La Svolta per gli Studenti’ e ‘Ateneo Studenti’ hanno invitato tutti a partecipare. “Come rappresentanti abbiamo deciso per il momento di non rilasciare dichiarazioni per rispettare il momento del lutto” si legge nel comunicato diffuso dalle associazioni. Anelli avrebbe dovuto partecipare a un convegno previsto per questa mattina.