epa09300374 Italian Prime Minister Mario Draghi on the second day of an EU summit at the European Council building in Brussels, Belgium, 25 June 2021. EPA/OLIVER HOSLET / POOL

ROMA- Sono 12 le persone arrestate nel corso della notte coinvolte negli scontri di ieri a Roma. Fra gli arrestati anche Roberto Fiore e Giuliano Castellino, rispettivamente leader nazionale e leader romano di Forza Nuova.

Dopo l’assalto di ieri alla sede di Roma, nell’ambito di una manifestazione contro il green pass nel centro della Capitale, tutte le sedi della Cgil saranno aperte oggi e un’assemblea è prevista stamane davanti a quella nazionale.  “Cgil, Cisl e Uil organizzeranno sabato 16 ottobre a Roma una grande manifestazione nazionale e antifascista per il lavoro e la democrazia” – hanno annunciato i segretari generali delle tre Confederazioni, Landini, Sbarra e Bombardieri.

Il leader di Forza nuova Giuliano Castellino, che era sotto regime di sorveglianza speciale e che ha violato numerose prescrizioni, è stato fermato e portato in questura. Al vaglio degli investigatori della Digos ci sono però anche le posizioni di altre persone.

Cortei e presidi anche a Milano, con traffico in tilt. Condanna bipartisan delle violenze. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi  ha condanno le violenze che sono avvenute in varie città italiane. “Il diritto a manifestare le proprie idee non può mai degenerare in atti di aggressione e intimidazione” – così una nota di Palazzo Chigi. Il Governo, ha aggiunto “prosegue nel suo impegno per portare a termine la campagna di vaccinazione contro il COVID-19 e ringrazia i milioni di italiani che hanno già aderito con convinzione e senso civico”.