Crosetto_BIO

Nell’Aula della Camera, il ministro della Difesa Guido Crosetto si è scontrato con le opposizioni durante un’interpellanza sulla giustizia. Il ministro ha lamentato la mistificazione delle sue dichiarazioni sulle toghe, parlando di un presunto “plotone di esecuzione” contro di lui. In risposta, Pd, M5s e +Europa hanno chiesto un dibattito più ampio sul tema, accusando il ministro di avere “un carente senso delle istituzioni”.

Le accuse nei confronti di Crosetto includono l’attacco confuso ai magistrati, secondo quanto affermato da Pd e +Europa, mentre Giuseppe Conte sostiene che il ministro abbia un “carente senso delle istituzioni”. Tuttavia, Crosetto ha ribadito che alcuni interventi pubblici di giudici sono stati “gravissimi”, sottolineando che chi giudica deve mantenere un atteggiamento “terzo”. Nonostante le critiche, il ministro esprime fiducia nella magistratura.

Durante l’interpellanza, Crosetto ha sottolineato il numero di assenze in Aula e ha ribadito di aspettarsi contestazioni in un contesto di risposta a un’interpellanza. Le opposizioni hanno avanzato ulteriori richieste di trasparenza, chiedendo un’ulteriore informativa da parte del ministro.

Nel caos del dibattito, il ministro ha citato alcuni interventi pubblici ritenuti gravissimi sulla giustizia e ha ribadito la sua fiducia nella magistratura. Tuttavia, le opposizioni continuano a contestare il suo approccio, mentre la situazione è ulteriormente complicata dalle recenti rivelazioni sul sottosegretario Andrea Delmastro e le presunte pressioni sul Dap per ottenere una relazione su Alfredo Cospito. La bufera sul sottosegretario continua, con richieste di dimissioni e sfiducia da parte dell’opposizione.