Nonostante il sistema di voto proporzionale, lo scontro politico in vista delle elezioni europee si fa sempre più polarizzato. La premier Giorgia Meloni e la leader del PD Elly Schlein sono protagoniste di un continuo botta e risposta.

La premier Meloni ha rilanciato la sua rubrica “Appunti di Giorgia”, rinominandola provocatoriamente “TeleMeloni”. In questa occasione, ha accusato Schlein di diffondere fake news e di non essere concreta nelle sue critiche al governo. Meloni ha chiesto a Schlein di specificare quali libertà sarebbero state cancellate dal governo attuale, elencando poi le azioni del governo a sostegno della libertà di voto, di impresa e di scelta familiare.

Schlein ha risposto immediatamente, sottolineando che chi ha salari bassi e non può pagare l’affitto non è pienamente libero. Ha criticato il governo Meloni per bloccare la proposta sul salario minimo e cancellare i fondi per l’affitto. Anche l’ex premier Giuseppe Conte è intervenuto nella diatriba, difendendo Schlein e sfidando Meloni a un confronto televisivo.

In una settimana segnata da tensioni all’interno della maggioranza, Meloni ha affrontato temi come il redditometro e il superbonus. La sospensione del decreto sul redditometro mira a valutare due opzioni: superare completamente l’accertamento sintetico o circoscriverlo alla grande evasione. Forza Italia, però, ha proposto un emendamento per abrogare il redditometro.

Riguardo al superbonus, Meloni ha difeso l’ultimo decreto, necessario per gestire l’impatto economico dei bonus edilizi, che hanno causato un “costo altissimo e un beneficio minimo” con un costo totale di 200 miliardi di euro.