Le urne si apriranno domani, domenica 21 aprile e lunedì 22 aprile per le elezioni regionali in Basilicata. I lucani sono chiamati a eleggere il prossimo governatore e 20 consiglieri regionali, di cui 13 per la provincia di Potenza e 7 per quella di Matera. Tre sono i candidati alla carica di presidente della Regione: l’attuale presidente Vito Bardi (centrodestra), Piero Marrese (centrosinistra) ed Eustachio Follia (Volt).

Bardi, sostenuto da una coalizione di centrodestra che include Forza Italia, Fdi, Lega, Udc-Dc con Rotondi-Popolari Uniti, Azione, Orgoglio Lucano e La Vera Basilicata, sfida Marrese, sostenuto da una coalizione di centrosinistra composta da Pd, M5s, Avs-Si-Psi Basilicata Possibile, Basilicata Casa Comune e Basilicata Unita. Follia, invece, riceve il sostegno dalla lista di Volt. Gli aventi diritto al voto sono 567.959, con una distribuzione di 394.643 nel Potentino e 173.316 nel Materano. Le elezioni coinvolgono 682 sezioni, con 279.552 uomini e 288.407 donne aventi diritto al voto. Per i 20 posti da consiglieri si sono candidate 258 persone. Il voto disgiunto non è consentito, ma è possibile esprimere una doppia preferenza di genere.

Nelle elezioni regionali del 2019, Bardi ha ottenuto il 42,2% dei voti, seguito da Carlo Trerotola (centrosinistra) con il 33,1% e il M5S con il 20,3%. Il M5S è stato il primo partito con il 20,2%, seguito dalla Lega con il 19,2%.