Jannik Sinner ha confermato le aspettative nella semifinale del torneo di Rotterdam contro Taloon Griekspoor, vincendo in due set e assicurandosi un posto in finale contro l’australiano Alex De Minaur. La vittoria di Sinner non solo lo porta in finale, ma potrebbe anche farlo salire al terzo posto nel ranking mondiale, rendendolo il secondo italiano di sempre a raggiungere tale posizione dopo Nicola Pietrangeli.

La finale di domani sarà la 16ª in carriera per Sinner, che ha già undici trofei nel suo palmares, e la seconda consecutiva nella città portuale olandese. Nel match contro Griekspoor, Sinner ha dominato il primo set, conquistandolo con un solido 6-2, e ha continuato a tenere sotto controllo il gioco nel secondo set, chiudendo con un 6-4 decisivo.

Il suo avversario in finale, De Minaur, ha celebrato il suo 25º compleanno con una vittoria impeccabile sulla rivale Grigor Dimitrov. Questa vittoria, oltre a garantirgli un posto in finale, lo farà entrare per la prima volta nella top 10 della classifica ATP. De Minaur ha dimostrato una grande solidità nel suo gioco, strappando il servizio al suo avversario e difendendo il proprio con successo, chiudendo il match con un netto 6-4, 6-3.

Nonostante De Minaur sia un avversario temibile, Sinner ha dalla sua parte un record sbalorditivo contro di lui, avendo vinto tutte e sei le volte in cui si sono incontrati, perdendo solo due set in totale. Con una performance simile, Sinner sembra pronto a raggiungere nuovi traguardi nella sua carriera tennistica e a consolidare la sua posizione nell’élite del tennis mondiale.