ROMA – Delia Goletti, direttrice Uoc Ricerca traslazionale, è intervenuta per la giornata mondiale contro la tubercolosi. “Ancora oggi 10 milioni di persone al mondo si ammalano di tubercolosi- ha detto- Di queste 1 milione 309 mila muoiono. Parallelamente 2 miliardi di persone hanno un’infezione tubercolare latente. Di queste, circa il 10% svilupperà la malattia. Ma al momento non abbiamo studi per identificarle preventivamente. Il gruppo di ricerca traslazionale dello Spallanzani ha dimostrato nel sangue dei pazienti con infezione tubercolare latente la presenza del microbatterio della tubercolosi nelle cellule CD 34 positive. Queste cellule potrebbero rappresentare delle nicchie dove il batterio si nasconde per poi riattivarsi. I risultati di questi studi ci permettono di arrivare a una medicina di precisione per identificare coloro che hanno maggiore rischio di sviluppare un futuro la malattia e per disegnare terapie mirate per impedire che si ammalino e che diffondono a loro volta l’infezione. E’ importante investire ancora nella ricerca sulla tubercolosi”.