E’ stato sperimentato nei topi un vaccino “jolly” efficace contro più  tipi di coronavirus. I test hanno avuto successo ed hanno dimostrato che il nuovo vaccino riesce a stimolare la produzione di anticorpi neutralizzanti non solo contro SarsCov2 (il virus della Covid-19), ma anche contro SarsCoV1 (responsabile della sindrome respiratoria acuta grave, Sars) e altri tre coronavirus simili derivanti da pipistrelli e pangolini. I risultati di questa sperimentazione sono pubblicati su Journal of Experimental Medicine dai ricercatori dell’Università di Osaka, in Giappone.

Il nuovo vaccino, se i test positivi venissero confermati anche per l’uomo, potrebbe portare alla realizzazione di un vaccino di nuova generazione per prevenire le future pandemie da coronavirus. I vaccini attualmente in commercio, infatti, non sono a ampio spettro: riescono a stimolare solo la produzione di anticorpi che riconoscono la “testa” della proteina Spike specifica del virus SarsCov2 e non quella degli altri coronavirus. I ricercatori giapponesi nella loro sperimentazione, per superare questo limite, hanno praticamente incappucciato la proteina Spike, in modo tale che il sistema immunitario non ne riconosca la “testa”, ma il “cuore”, che praticamente si mantiene identico nei vari tipi di Coronavirus.