Pietro Ciucci, amministratore delegato della società Stretto di Messina, ha annunciato che l’avvio dei lavori per il progetto potrebbe iniziare entro l’estate. Parlando a margine della scuola politica della Lega, Ciucci ha dichiarato che stanno già trasmettendo la documentazione approvata dal consiglio di amministrazione ai ministeri competenti per la conferenza dei servizi e le valutazioni di impatto ambientale. Data la complessità del progetto, ha spiegato Ciucci, è necessario del tempo per completare le valutazioni, ma si è mostrato ottimista riguardo alla possibilità di avviare le prime attività sul territorio durante l’estate.

Ciucci ha sottolineato la massima trasparenza nel processo, affermando che il progetto è stato reso pubblico solo dopo l’approvazione del 15 febbraio e che tutta la documentazione è stata trasmessa ai ministeri, alle regioni e agli enti locali competenti. Ha assicurato che il progetto sarà trasparente e a disposizione di tutti.

Tuttavia, il ponte sullo Stretto è già oggetto di indagini, come ha notato il leader della Lega Matteo Salvini durante la stessa scuola politica. Salvini ha criticato la cultura dei “no”, in particolare la Cgil, sostenendo che quest’ultima si oppone a un’opera pubblica che potrebbe creare 120.000 posti di lavoro. Ha ribadito l’importanza di promuovere lo sviluppo economico attraverso progetti infrastrutturali come il ponte sullo Stretto di Messina.