Superbonus, si va verso una revisione del Superbonus. La maxi deduzione al 110% potrebbe lasciare spazio a una più contenuta al 60-70%, però garantita a lungo termine o potrebbe essere diversificata in base al reddito del beneficiario o al tipo di immobile oggetto dei lavori, più alta in caso di prima casa (non di lusso), più bassa per la seconda.

Sarebbero queste alcune delle opzioni su cui Fratelli d’Italia sta ragionando per riordinare i bonus edilizi. Saranno comunque tutelate le situazioni aperte, in modo da non pregiudicare famiglie e imprese già impegnate.