ACQUAPENDENTE (Viterbo) – Si sono svolti oggi, alle 10,30, presso la chiesa del Santo Sepolcro,  i funerali di Elena Curti, la figlia naturale di Benito Mussolini. Si era trasferita ad Acquapendente nel 2000 insieme al marito, Enrico Miranda, tenente dell’aviazione,
morto nel 2008. Aveva 99 anni. Gran parte della sua vita l’aveva trascorsa in Spagna per poi stabilirsi nel Viterbese, una volta rientrata in Italia. All’età di 20 anni seppe dalla madre, Angela Cucciati, una sarta milanese, di essere la figlia naturale di Mussolini. Quest’ultimo ne era a conoscenza, ma preferiva che lei non ne fosse informata. La madre ebbe una storia con Mussolini alla fine del 1921,  quando il Duce aveva 38 anni ed era direttore del ”Popolo d’Italia”. Cucciati e il Duce si conobbero quando la donna andò a chiedergli aiuto per far uscire di prigione il marito Bruno Curti, in carcere per motivi politici. Mussolini ebbe cinque figli: Edda, Vittorio, Bruno, Romano, Anna Maria dal matrimonio con Rachele, ma altri cosiddetti segreti. Elena Curti e Mussolini si incontrarono la prima volta nel 1929 e poi una trentina di altre volte. Si trovava in sua compagnia quando il Duce venne arrestato il 27 aprile 1945 a Dongo. Anche lei, che si trovava su uno dei mezzi di scorta, venne arrestata e rimase in carcere cinque mesi,  riuscendo ad uscire quando la madre testimoniò che era la figlia di Mussolini, evitando così il processo.