Il congresso di Forza Italia ha visto Silvio Berlusconi ricevere due standing ovation e omaggi da vari politici, incluso Antonio Tajani, che ha preso le redini del partito. Durante il suo intervento, Tajani ha paragonato se stesso a un calciatore senza il suo Maradona, Berlusconi, e ha delineato un’area politica che il partito deve conquistare, aspirando a diventare la “dimora dei moderati”.

L’obiettivo è creare uno spazio politico per chi condivide i valori popolari, inclusi rappresentanti di esperienze civiche nelle liste di Forza Italia. Tajani ha posto un forte accento sulla proiezione europea del partito, ricevendo il sostegno della presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen e del presidente del PPE Manfred Weber.

Meloni ha inviato un video messaggio, sottolineando la possibilità di un’azione comune in Europa, nonostante le differenze tra le varie fazioni politiche. Tajani ha ringraziato la famiglia Berlusconi per il loro sostegno e ha delineato i punti principali del programma del partito, inclusa la promessa di continuare fino alla fine della legislatura senza crisi all’interno del centrodestra.