Il ministro degli Esteri e vicepremier, Antonio Tajani parla degli aiuti all’Ucraina e spiega: “Il sesto pacchetto di difesa è ancora da perfezionare, come previsto non ci sarà alcun invio prima di un’informazione al Parlamento. Stiamo discutendo anche con i francesi per perfezionare dal punto di vista tecnico l’invio di sistemi di difesa aerea che si basano su tecnologie congiunte fra Roma e Parigi”. Dopo la telefonata del Consigliere alla sicurezza Usa sottolinea che “i colloqui con Washington sono costanti e normali, noi siamo un interlocutore importante, ma non si è parlato di armi”. Secondo Tajani “bisogna continuare a lavorare per la pace, ma reali manifestazioni di aperture da parte russa non ci sono al momento”.