L’erba del torneo di Halle si tinge di azzurro grazie ai successi di Jannik Sinner e del duo Bolelli-Vavassori. Sinner ha trionfato sul polacco Hubert Hurkacz, mentre Bolelli e Vavassori hanno sconfitto i tedeschi Tim Puetz e Kevin Krawietz nel doppio.

Jannik Sinner ha superato Hubert Hurkacz in una finale intensa, conclusasi con due tie-break, in un’ora e 49 minuti. Questa vittoria rappresenta il primo successo di Sinner su erba, aggiungendo un altro trofeo al suo impressionante 2024, che conta già quattro titoli. “Non vedo l’ora di giocare a Wimbledon, anche se non mi piace dire che sono il favorito, ma tra i favoriti”, ha dichiarato Sinner. Ha anche dedicato il trofeo alla fidanzata Anna Kalinskaya, sconfitta in finale a Berlino.
Prima della finale di Sinner, il duo azzurro Bolelli-Vavassori ha ottenuto una vittoria importante nel doppio, sconfiggendo i tedeschi Krawietz e Puetz con un doppio 7-6. Questo successo li ha portati in cima alla Race to Turin e ha aumentato la loro fiducia in vista di Wimbledon. “Andiamo a Wimbledon con tanta fiducia”, ha commentato Vavassori, ricordando la recente sconfitta al Roland Garros e sottolineando l’importanza della costanza e della resilienza.
L’unica nota dolente per il tennis italiano è stata la sconfitta di Lorenzo Musetti al Queen’s. Musetti è stato battuto 6-1, 7-6 (10/8) dallo statunitense Tommy Paul. Nonostante la sconfitta, Musetti ha cercato di vedere il lato positivo, dedicando la settimana al suo piccolo Ludovico e riconoscendo la difficoltà di giocare contro Paul.

Con il successo a Halle, Sinner guarda avanti a Wimbledon con maggiore fiducia, sperando di migliorare il risultato dell’anno scorso quando è arrivato in semifinale. Anche Bolelli e Vavassori si preparano per Wimbledon, sognando di coronare il loro anno con una vittoria in un torneo di livello 1000 e un buon risultato alle Olimpiadi.